CM di calcio Qatar 2022

Sui cantieri per i Mondiali di calcio 2022 in Qatar vigono condizioni catastrofiche. Migliaia di lavoratori costruiscono stadi in mezzo al deserto. Molto di loro non hanno praticamente diritti e vivono in condizioni di estremo disagio. Diverse centinaia di lavoratori hanno già perso la vita.

Tre anni fa, l’Internazionale dell’edilizia e del legno (BWI) ha cominciato a denunciare le condizioni vigenti sui cantieri in Qatar, esortando la FIFA ad assumersi le proprie responsabilità. La campagna «Cartellino rosso per la FIFA», sostenuta da numerose ONG, ha già contribuito a migliorare la situazione sui cantieri dei Mondiali.

In autunno 2016, l’Internazionale dell’edilizia e del legno (BWI) ha ottenuto l’autorizzazione a controllare le condizioni di lavoro sui cantieri dei Mondiali. Anche Unia, nella sua veste di membro della BWI, parteciperà alle ispezioni.