Cos’è l’amianto?

Cos’è l’amianto?

Impiegato in vari prodotti

Il termine amianto (o asbesto) indica un gruppo di fibre minerali (silicati). Fino alla fine degli anni Ottanta l’amianto era impiegato in vari prodotti, ad esempio per l’isolamento, nei rivestimenti di pavimenti e sotto forma di cemento-amianto. Esistono più di 3000 applicazioni diversi dell’amianto.

Pericolo per gli artigiani

Le fibre di amianto liberate soprattutto nel quadro dei lavori di ristrutturazione possono nuocere alla salute di artigiani e occupanti degli edifici. Anche in piccole concentrazioni, la presenza di polvere di amianto nell’aria può avere effetti cancerogeni.

Prudenza nei lavori di ristrutturazione

In Svizzera il divieto di impiego dell’amianto è in vigore dal 1989. Nei lavori di ristrutturazione, rinnovamento e demolizione di vecchi edifici, i prodotti che contengono amianto (soprattutto l’amianto-cemento) possono costituire un rischio per la salute. In tale ottica è sufficiente un qualsivoglia intervento meccanico (smerigliatura, trapanatura, fresatura, rottura, segatura ecc.) per sprigionare nell’aria ingenti quantità di amianto.