Pittura e gessatura

Pittura e gessatura

Andare in pensione con dignità

Le lavoratrici e i lavoratori del ramo pittura e gessatura svolgono un lavoro molto duro. Molti soffrono di disturbi alla schiena e alle articolazioni. Le scadenze sempre più corte provocano stress e minano la salute. Molti non ce la fanno a raggiungere il normale pensionamento e finora sono spesso stati scaricati all’AI.

Ecco perché Unia, da oltre 10 anni, si batte per un modello di pensionamento anticipato per il ramo pittura e gessatura. Dopo due anni di dure trattative, il 2016 è stato finalmente coronato dal successo.

Prepensionamento nel ramo pittura e gessatura

Nel 2016 ce l’abbiamo finalmente fatta! L’introduzione del nuovo modello di prepensionamento è prevista per il 2018.

Pensionamento flessibile a partire da 60 anni

Il modello concordato in primavera 2016 tra l’Associazione svizzera imprenditori pittori e gessatori (ASIPG) e i sindacati prevede quanto segue:

  • pensionamento parziale a partire da 60 anni per gli uomini e da 59 per le donne 
  • pensionamento anticipato completo a partire da 63 anni per gli uomini e da 62 per le donne  
  • rendita transitoria pari a circa il 70% fino all’età ordinaria di pensionamento nonché contributi al secondo pilastro. Per finanziare il modello, i datori di lavoro e i lavoratori versano ciascuno un contributo dello 0,85% del salario mensile.

Hanno diritto alle prestazioni tutte le lavoratrici e i lavoratori che hanno lavorato per almeno 15 anni in un’impresa di pittura o gessatura, di cui gli ultimi 7 anni prima del prepensionamento senza interruzione.

Avvio nel 2018

Il pensionamento anticipato sarà possibile un anno dopo l’entrata in vigore delle nuove disposizioni, ossia presumibilmente a partire dal 1° gennaio 2018. Per beneficiare della rendita transitoria, i lavoratori interessati dovranno assolutamente inoltrare una domanda sei mesi prima. La sezione Unia competente sarà lieta di aiutarvi.

Un esempio anche per altri rami professionali

Con il nuovo modello, i pittori e gessatori della Svizzera tedesca e del Giura e i pittori in Ticino avranno gli stessi diritti dei loro colleghi del resto della Svizzera. L’edilizia secondaria della Svizzera romanda, i pittori e gessatori di Basilea città e campagna nonché i gessatori in Ticino beneficiano già ora di un modello di pensionamento anticipato, così come i colleghi e le colleghe dell’involucro edilizio e dell’edilizia principale. Unia si batterà per ottenere anche in altri rami professionali la possibilità di andare in pensione dignitosamente.