PEAN

PEAN

Pensionamento anticipato (PEAN) nell’edilizia

I primi lavoratori edili hanno beneficiato del pensionamento anticipato (PEAN) nel luglio 2003. Il pensionamento a 60 anni nell’edilizia è uno dei principali progressi politico-sociali conquistati negli scorsi anni. Ha, infatti, garantito un significativo miglioramento delle condizioni di lavoro degli edili. Il PEAN rappresenta anche un grande traguardo raggiunto dalle parti sociali.

Il PEAN è una storia di successo

Negli ultimi dieci anni circa 13'000 edili hanno beneficiato del prepensionamento. I lavoratori possono andare in pensione a 60 anni con la garanzia di una buona copertura finanziaria. Il PEAN viene finanziato tramite detrazioni salariali. La gestione del prepensionamento compete ad una fondazione costituita dalle parti sociali (Fondazione PEAN) e retta da un contratto collettivo di lavoro dichiarato di obbligatorietà generale.

Garantire adesso il pensionamento a 60 anni

Oggi il pensionamento anticipato PEAN vanta una buona situazione finanziaria, tutte le rendite correnti sono garantite. Nell’arco dei prossimi 10 anni aumenterà tuttavia il numero dei lavoratori edili che vanno in pensione. Per un periodo limitato nel tempo sarà necessario un finanziamento supplementare. Per questo nel 2015 i partner sociali si sono accordati su un adeguamento dei contributi. Datori di lavoro e lavoratori verseranno temporaneamente il 2% del salario in più. Dopo circa 10-15 anni il numero dei pensionati tornerà a scendere e sarà possibile ripristinare i contributi odierni.