Orario di lavoro

Il CCNL regola l’orario di lavoro in modo chiaro e semplice. Tutte le aziende devono disporre di un sistema di rilevazione degli orari di lavoro. Chi non vi si attiene subirà delle sanzioni.

Ogni singola ora conta

Il datore di lavoro è responsabile del rilevamento delle ore di lavoro effettuate da ciascun dipendente, che può, in ogni momento, chiedere ragguagli sugli orari di lavoro e di riposo, sui giorni festivi e le ferie che gli spettano. Almeno un volta al mese ti dev’essere comunicato per iscritto il saldo delle ore straordinarie prestate e il rapporto delle ore di lavoro sottoposto per la firma.

Visibile miglioramento nella rilevazione dell’orario di lavoro

I controlli a campione annuali effettuati presso 2'000 aziende documentano che dal 2010 un numero sempre maggiore di aziende rilevano gli orari di lavoro dei loro dipendenti. Se nel 2009 un’impresa su tre non disponeva ancora di un sistema di rilevamento degli orari di lavoro, oggi ciò avviene solo in un’impresa su dieci.

Annotare le ore di lavoro effettuate

Malgrado questi miglioramenti, alcune aziende non rilevano ancora gli orari di lavoro, o non lo fanno correttamente. Di conseguenza, non tutti gli straordinari vengano pagati, risp. compensati. È dunque importante che i dipendenti stessi annotino ogni giorno le ore di lavoro effettuate, per controllarne l’esattezza ed eventualmente esigere il salario dovuto per le ore prestate ma non pagate. Utilizza a questo scopo il calendario delle ore di lavoro (pdf) da scaricare su questa pagina.