Rivendicazioni

Gli affiliati del sindacato Unia impiegati nel ramo dei servizi di sicurezza lottano per migliorare le condizioni di lavoro e i salari del ramo. Obiettivi principali sono la riduzione dei rapporti di lavoro precari e flessibili e il miglioramento della formazione.

Garantire un salario equo

Negli scorsi anni, troppe imprese sono ricorse in modo eccessivo ad impiegati retribuiti a ore, scaricando così i rischi economici sui collaboratori. Unia rivendica che la retribuzione mensile assurga a norma, garantendo così al maggior numero di persone possibile un reddito decoroso e un’occupazione fissa. Il tempo di viaggio e la disponibilità d’intervento vanno onorati e compensati in misura maggiore.

Diminuire la precarietà e la flessibilità

Gli impiegati del ramo dei servizi di sicurezza hanno orari di lavoro particolarmente lunghi e viene loro richiesta una grande flessibilità (troppe persone retribuite su base oraria, lavoro notturno e domenicale troppo frequente, ecc.). Per migliorare la qualità di vita e preservare la salute degli impiegati nel ramo dei servizi di sicurezza, Unia si batte per limitare questa flessibilità.

Migliorare la formazione

Gli obblighi di formazione delle imprese restano minimi, mentre l’attività degli agenti di sicurezza richiede competenze complesse e non è priva di rischi. Unia rivendica un ampliamento della formazione obbligatoria per tutte le imprese del ramo. Inoltre è necessario che gli impiegati conoscano meglio i propri diritti per poterli imporre in misura maggiore.