Imposizione forfettaria: Unia continua ad impegnarsi per più giustizia fiscale

Malgrado la delusione per il rifiuto dell’iniziativa «Basta ai privilegi fiscali dei milionari», il sindacato Unia continuerà a battersi anche in futuro per un sistema fiscale più equo e contro i privilegi dei superricchi.

La maggioranza dei votanti non è disposta ad abolire l’ingiusta imposizione forfettaria per i milionari stranieri residenti in Svizzera.  A suon di affermazioni fuorvianti (come il rischio di un massiccio smantellamento di posti di lavoro), l‘Unione svizzera delle arti e mestieri è riuscita, insieme ad altri difensori dei privilegi per i superricchi  a contrastare l’introduzione di un sistema fiscale un tantino più equo.

Basta alla politica dei privilegi

Se non altro l’iniziativa ha indotto il Parlamento a ridurre lievemente i regali fiscali concessi ai superricchi e ad inasprire le disposizioni in materia di tassazione forfettaria a partire dal 2016. Il sindacato Unia continuerà comunque a battersi contro i privilegi fiscali riservati a gruppi d’interesse ristretti, sia nell’ambito della Riforma III dell’imposizione delle imprese, sia in occasione delle prossime votazioni sull'imposta sulle successioni.