Oltre 13‘000 firme per le maestranze in sciopero sul Lago Maggiore

Con una manifestazione indetta a Bellinzona, le maestranze in sciopero della Società Navigazione Lago Maggiore hanno ribadito le loro richieste di garanzie. Hanno consegnato al Consiglio di Stato ticinese una petizione con 13‘451 firme.

I firmatari della petizione «Salviamo occupazione e servizio pubblico sul Lago Maggiore!» invitano le autorità cantonali a fornire una garanzia di impiego per i 34 dipendenti licenziati. Chiedono inoltre di mantenere l’offerta di trasporti pubblici sul Lago maggiore.

La società italiana vuole licenziare gli impiegati

La compagnia Navigazione Lago Maggiore (NLM) vuole cancellare 34 posti di lavoro sul bacino svizzero del lago. I dipendenti hanno ricevuto la disdetta per la fine del 2017.

Grande solidarietà

Il personale interessato è in sciopero dal 25 giugno. È sostenuto da un’ondata di solidarietà, in Ticino e nel resto della Svizzera. Il 1° luglio, diverse centinaia di persone hanno già manifestato a favore degli scioperanti in Piazza Grande a Locarno.