Dopo tre anni di stagnazione è ora che la busta paga cresca

2500 lavoratori a Olten

5500 edili sono scesi in piazza oggi per esprimere la loro rabbia: da tre anni gli impresari costruttori si rifiutano di concedere un aumento salariale generale. I lavoratori hanno organizzato azioni di protesta ad Olten e a Losanna. Altre azioni erano già state organizzate in Ticino e a Ginevra nei giorni scorsi.

Ne hanno abbastanza di attendere oltre. 5500 lavoratori edili sono scesi in piazza ad Olten e a Losanna per rivendicare un aumento salariale. Concretamente chiedono un aumento di 150 franchi scaglionato tra quest’anno e il prossimo, un contributo ai premi della cassa malati e un adeguamento dell’indennità per il pranzo.

«Noi costruiamo la Svizzera»

Vari lavoratori edili intervenuti ad Olten e a Losanna hanno deplorato il fatto che il lavoro ben eseguito non venga riconosciuto come si deve. Gli edili sono fieri del loro lavoro e chiedono rispetto: «Noi costruiamo la Svizzera» e «Il lavoro duro va ricompensato!» erano gli slogan che campeggiavano sugli striscioni dei lavoratori.