13° Convegno di Olten: dei diritti forti per i lavoratori contro il nazionalismo!

La linea rossa per le misure di accompagnamento del 5 settembre 2018 a Berna

Invece che discriminazione e deregolamentazione, rivendichiamo dei diritti dei lavoratori più forti e uguali per tutti! In occasione del prossimo Convegno di Olten, inseriremo questa lotta in un contesto internazionale perché i sindacati sono esposti ad attacchi simili in tutta Europa – e non solo.

I diritti dei lavoratori sono minacciati. L’esempio più recente ci viene proprio dal Consiglio federale: nelle trattative relative all’Accordo quadro istituzionale con l’UE, è solo grazie alle pressioni esercitate dai sindacati che il Governo svizzero non ha ancora infranto la linea rossa che si era posto lui stesso.

Per il momento, i sindacati hanno potuto impedire una massiccia riduzione delle misure di protezione dei salari – ma i piani di deregolamentazione delle forze neoliberali non sono ancora stati scartati. L’UDC ha inoltrato un’iniziativa che vuole abolire la libera circolazione e con essa le misure di accompagnamento volte a proteggere i salari e le condizioni di lavoro.

Il ritorno al vecchio e discriminatorio sistema di contingentamento provocherebbe una spaccatura tra i lavoratori, ne limiterebbe i diritti e incoraggerebbe la xenofobia. Unia si oppone con fermezza a questi attacchi. Invece che discriminazione e deregolamentazione, rivendichiamo dei diritti dei lavoratori più forti e uguali per tutti!

In occasione del prossimo Convegno di Olten, inseriremo questa lotta in un contesto internazionale perché i sindacati sono esposti ad attacchi simili in tutta Europa – e non solo. Le imprese e i governi impongono strategie neoliberali volte a massimizzare i profitti, creando una pressione maggiore sui salari, condizioni di lavoro precarie e insicurezza sociale. Chi ne trae vantaggio sono i partiti populisti di destra con le loro pseudosoluzioni xenofobe. È solo grazie alla solidarietà transnazionale che i sindacati possono vincere questa battaglia.

Interventi

Discuteremo delle ragioni di questa evoluzione e delle possibili strategie sindacali per opporvisi a conclusione degli interventi di:

  • Sophie Bose, ricercatrice in scienze sociali, Università di Jena
  • Rudy De Leeuw, presidente della Confederazione europea dei sindacati (CES)
  • Oliver Röpke, responsabile dell’Ufficio europeo dell’Unione sindacale austriaca (ÖGB) e membro del comitato direttore della CES

Partecipazione

Per gli associati e le associate di Unia, le segretarie e i segretari sindacali, le persone interessate

Pranzo: offerto da Unia
Luogo: Hotel Arte, Riggenbachstrasse 10, 4600 Olten
Data e ora: il 23 febbraio 2019 dalle ore 9:30 alle ore 16:00

Contatto: Iscrizioni entro il 9 febbraio 2019 a ariane.chevalier[at]unia.ch