Manifestazione nazionale delle cure

Vogliamo finalmente migliori condizioni di lavoro nelle cure: per raggiungere questo obiettivo scendiamo nuovamente in piazza con l’alleanza per il personale sanitario. Benché le persone impiegate nelle cure lavorino in prima linea sin dall’inizio della pandemia, la politica e i datori di lavoro non hanno finora riconosciuto il loro lavoro.

Né un premio generale per il coronavirus, né aumenti salariali, né un miglioramento delle condizioni di lavoro: finora le rivendicazioni del personale sanitario sono state ignorate. Ora basta! Insieme alzeremo la voce, insieme lanceremo un segnale forte a Berna!

Il 30 ottobre dalle ore 13:00 a Berna

Ore 13.00 Raduno alla Schützenmatte, interventi e corteo fino alla Piazza federale
Ore 14.15 Interventi e musica in Piazza federale
Ore 15.30 Fine della manifestazione

Trasferta dalle regioni

Le diverse regioni di Unia organizzano la trasferta alla manifestazione delle cure. Dopo che ti sarai iscritto/a la tua regione ti informerà in dettaglio. Qui di seguito troverai gli orari di partenza, non appena saranno noti.

SÌ a migliori condizioni di lavoro

Vogliamo finalmente buone condizioni di lavoro nelle cure, che siano disciplinate in modo vincolante in contratti collettivi di lavoro (CCL). È necessario innanzitutto un finanziamento equo delle cure, che consenta di assumere abbastanza personale e quindi ridurre la pressione e lo stress sul lavoro.

SÌ all’iniziativa sulle cure

La manifestazione nazionale delle cure si terrà esattamente un mese prima della votazione sull’iniziativa sulle cure. Con la manifestazione daremo nuovo slancio all’iniziativa! L’iniziativa getta le basi per buone condizioni di lavoro, un finanziamento equo delle cure, più opportunità di formazione e di perfezionamento e più personale specializzato nelle cure.

NO all’innalzamento dell’età pensionabile delle donne a 65 anni

A causa dei bassi salari, del lavoro svolto spesso a tempo parziale e del lavoro non retribuito di cure e assistenza ai familiari, le donne percepiscono una rendita inferiore di un terzo rispetto agli uomini! Questo riguarda in particolar modo il personale curante, perché le cure sono considerate un ramo tipicamente femminile. Come se non bastasse, il Parlamento borghese vuole anche innalzare l’età pensionabile delle donne a 65 anni. Non se ne parla!

Iscriviti ora alla manifestazione delle cure a Berna.

Iscriversi ora