Giorno di paga nell'edilizia!

L’edilizia è in crisi? Tutt’altro! Da vent’anni l’edilizia va a gonfie vele – e questa tendenza non sembra arrestarsi. Ma i salari ristagnano.

Da tre anni la Società svizzera degli impresari costruttori rifiuta di concedere un aumento salariale generale. E alcuni impresari costruttori particolarmente radicali propongono persino di abolire del tutto gli aumenti salariali generali. Perché?

I lavoratori edili non lavorano abbastanza?

Assolutamente no! Un numero sempre più ridotto di lavoratori edili costruisce sempre di più. Gli impresari costruttori sono sull’orlo del fallimento? No di certo! Ogni lavoratore edile fa guadagnare migliaia di franchi agli impresari costruttori.

La vita è diventata meno cara?

No! I premi delle casse malati esplodono e gli affitti aumentano da anni. L’edilizia scoppia di salute, i lavoratori edili lavorano sempre più duramente e la vita diventa sempre più cara, ma i salari sono fermi.

È ora di finirla con il congelamento salariale nell’edilizia!

Manifestazioni a Olten e a Losanna il 21 ottobre!

Sabato 21 ottobre lavoratori edili di tutta la Svizzera scenderanno in piazza. Vogliamo lanciare un segnale chiaro affinché il nostro duro lavoro sia ricompensato adeguatamente. Dopo tre anni di stagnazione è ora che la busta paga cresca: nei prossimi due anni vogliamo 150 franchi in più!