Manifesto: sostenete le lavoratrici e i lavoratori della ristorazione

Le lavoratrici e i lavoratori del ramo alberghiero e della ristorazione di tutta la Svizzera hanno lanciato il manifesto «Vogliamo una vita dignitosa!». Chiedono migliori salari e condizioni di lavoro. Sostenete le loro rivendicazioni con la vostra firma.

Le condizioni di lavoro nel ramo alberghiero e della ristorazione sono spesso precarie, i salari sono bassi. Inoltre, il ramo è stato colpito duramente dalla crisi del coronavirus. Ora le lavoratrici e i lavoratori prendono la parola.

Manifesto: vogliamo una vita dignitosa!

Il 6 aprile 2022, le lavoratrici e i lavoratori del ramo alberghiero e della ristorazione di tutta la Svizzera hanno lanciato il manifesto «Vogliamo una vita dignitosa!» con una giornata d’azione nazionale. Attirano l'attenzione sui molti problemi del ramo e presentano 11 rivendicazioni per delle migliori condizioni di lavoro:
 

  1. Miglioramenti salariali e innalzamento dei salari minimi
  2. Considerazione dell’esperienza di lavoro
  3. La fine del lavoro a chiamata
  4. Una pianificazione con 3 settimane di anticipo e consultazione scritta in caso di cambiamenti
  5. Il pagamento di tutte le ore programmate
  6. Il diritto alla disconnessione
  7. Il pagamento per il tempo impiegato a vestirsi
  8. La fornitura di attrezzature, comprese quelle di sicurezza
  9. Distribuzione equa e trasparente delle mance
  10. Più formazione per la gestione del personale e misure contro qualsiasi forma di molestia
  11. Più controlli per far rispettare le condizioni di lavoro

Queste richieste devono essere prese in considerazione nelle prossime negoziazioni per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) dell’industria alberghiera e della ristorazione.

Video sulle rivendicazioni

Sostenete le lavoratrici e i lavoratori della ristorazione

Con la tua firma puoi sostenere le rivendicazioni delle lavoratrici e dei lavoratori e la loro lotta per migliorare le condizioni di lavoro.

%s hanno firmato

Serie di poster sulle rivendicazioni