I tecnici della costruzione siete voi!

Le lavoratrici e i lavoratori della tecnica della costruzione svolgono un mestiere bello e impegnativo. Fanno in modo che le persone si sentano a proprio agio nelle loro case. La Svizzera può raggiungere i suoi obiettivi climatici all’avanguardia solo grazie alle loro conoscenze specifiche. Eppure, malgrado una lunga formazione, i salari e le condizioni di lavoro sono tutt’altro che all’avanguardia.

Giorno per giorno le lavoratrici e i lavoratori della tecnica della costruzione lavorano instancabilmente nei cantieri o nelle officine. I loro salari e le loro condizioni di lavoro potrebbero tuttavia essere migliori. In altri rami dell’edilizia principale e secondaria, il personale lavora in parte in condizioni migliori e con salari più elevati.

L’attuale Contratto collettivo di lavoro (CCL) scade alla fine del 2022. Ora è il tuo turno: per il CCL 2023 vorremmo ottenere concreti miglioramenti insieme a te, alle tue colleghe e ai tuoi colleghi del ramo della tecnica della costruzione.

Rinnovo contrattuale – la tua opinione conta!

Stiamo svolgendo un sondaggio sulle tue condizioni di lavoro. Per il lavoro che svolgi, ottieni lo stesso salario delle tue colleghe e dei tuoi colleghi? I tuoi datori lavoro rispettano il tuo diritto alle vacanze? Queste e altre domande sono disciplinate dal Contratto collettivo di lavoro (CCL) nel ramo svizzero della tecnica della costruzione. Esprimi la tua opinione, è importante!

Al sondaggio

Insieme otteniamo di più!

Il personale della tecnica della costruzione attivo sindacalmente si batte insieme a Unia per i tuoi interessi:

  • Per salari dignitosi e periodici aumenti salariali: insieme lottiamo per ottenere anche noi una parte della ricchezza che produciamo.
  • Per migliori condizioni di lavoro: insieme lottiamo a favore di condizioni di lavoro dignitose nei cantieri e nelle officine.
  • Per il pensionamento anticipato: il lavoro fisico che svolgiamo è altrettanto duro quanto quello svolto dai nostri colleghi e dalle nostre colleghe dell’edilizia principale e secondaria. Anche noi meritiamo un pensionamento anticipato che preveda il versamento dell’intera rendita.
  • Contro la violazione dei nostri diritti: insieme lottiamo per i nostri diritti nei confronti di datori di lavoro scorretti.
  • Per un buon CCL: ci battiamo per un CCL migliore – a tua tutela e contro il dumping dei salari e delle condizioni di lavoro.

Cantieri sicuri e dignitosi, adesso!

Come emerge da un sondaggio nazionale condotto da Unia tra il personale del settore Artigianato, l’84% degli intervistati si è lamentato della cattiva organizzazione dei cantieri e delle condizioni igieniche deplorevoli. Ora basta! Maggiori informazioni sulla campagna.