Comunicati stampa

29.11.2022

Nella notte tra lunedì 28 e martedì 29 novembre 2022 le delegazioni negoziali della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori SSIC e dei sindacati Unia e Syna hanno trovato un accordo dopo delle intense trattative. Fanno parte di questo risultato alcune semplificazioni nell'organizzazione dell'orario di lavoro e miglioramenti volti ad aumentare… Approfondisci

26.11.2022

Attuare cinque misure immediate: lo hanno rivendicato oggi oltre 700 addette e addetti alle cure con un’azione simbolica sulla Piazza federale a Berna. A un anno dall’approvazione dell’iniziativa sulle cure, più di 300 addetti del settore abbandonano ogni mese la professione. Questo accentua la crisi del sistema sanitario e così non è più possibile… Approfondisci

22.11.2022

Unia ritiene che il risultato delle trattative salariali condotte con Migros sia chiaramente insufficiente in tempi di forte rincaro e soprattutto poco trasparente. È inaccettabile che il personale Migros perda ulteriore potere d’acquisto, nonostante abbia contribuito in larga misura agli eccellenti risultati del gruppo conseguiti negli ultimi due… Approfondisci

14.11.2022

Si sono concluse le trattative salariali per il 2023 che Coop ha condotto con la Società svizzera degli impiegati del commercio, Unia, Syna/OCST e l’Associazione degli impiegati Coop (AIC). Purtroppo non è stata raggiunta alcuna intesa poiché la maggioranza delle parti sociali ritiene insufficiente l’offerta salariale di Coop. Approfondisci

11.11.2022

L’ondata di proteste dei lavoratori edili nel quadro delle trattative per il rinnovo del Contratto nazionale mantello ha raggiunto oggi, nella sua ultima tappa, la sede principale della Società svizzera degli impresari costruttori a Zurigo. Dal 17 ottobre, 15 000 lavoratori edili, di cui 1500 alla manifestazione di Zurigo, sono scesi in piazza in… Approfondisci

08.11.2022

Dopo le mobilitazioni di successo di ieri in cinque città, gli edili si sono riuniti a Losanna da tutta la Romandia per manifestare insieme. Erano 7000 e hanno protestato contro i tentativi della Società svizzera degli impresari costruttori di intaccare le loro condizioni di lavoro. Venerdì l’ondata di proteste proseguirà presso la sede della… Approfondisci

07.11.2022

Continuano le proteste a livello nazionale dei lavoratori edili nell'ambito della rinegoziazione del Contratto nazionale mantello (CNM). Oggi, 7 novembre, i lavoratori edili hanno protestato nella Svizzera francese. In totale, più di 7000 lavoratori edili hanno interrotto il lavoro e organizzato manifestazioni di protesta nelle cinque città di… Approfondisci

01.11.2022

Continuano le proteste a livello nazionale dei lavoratori edili nell'ambito della rinegoziazione del Contratto nazionale mantello (CNM). Oggi, 1° novembre, i cantieri della Svizzera nord-occidentale sono fermi. Più di 1000 operai edili hanno incrociato le braccia e si sono riuniti a Basilea per una manifestazione di protesta. Si stanno difendendo… Approfondisci

21.10.2022

Ieri ha preso avvio la sesta tornata negoziale in vista del rinnovo del Contratto nazionale mantello (CNM) per l'edilizia principale. Le posizioni delle parti sono molto distanti. Le richieste della Società degli impresari costruttori di giornate lavorative ancora più lunghe per tutti e tagli salariali per i lavoratori più anziani sono un attacco… Approfondisci

17.10.2022

Un nuovo contratto che rafforzi la protezione della salute e dei diritti dei lavoratori e tuteli fino in fondo la loro dignità. È la richiesta perentoria di oltre 2500 lavoratori edili ticinesi, riuniti oggi a Bellinzona nell’ambito di una giornata cantonale di mobilitazione (cui ne seguiranno altre nel resto della Svizzera) contro i tentativi… Approfondisci