Votazione rivendicazioni CNM 2022

Edili

Il CNM disciplina i salari e le condizioni di lavoro per tutti gli edili in Svizzera. Nel 2022 giunge a scadenza e le parti, lavoratori edili e sindacati da un lato e Società svizzera degli impresari-costruttori dall’altro, devono rinegoziarlo.

L’edilizia va a gonfie vele, nonostante il coronavirus. Ma come stanno i lavoratori? Nel 2019 Unia ha svolto un sondaggio su vasta scala intervistando 12 000 edili. I risultati parlano chiaro: la crescente pressione dovuta ai tempi di consegna nuoce alla salute, alla sicurezza e alla qualità del lavoro.

Gli edili votano

Rinegoziando il CNM abbiamo l’opportunità di affrontare questi problemi e di migliorare la situazione! Unia ha organizzato una grande votazione nei cantieri e chiesto: «Quali sono gli aspetti che vorresti cambiare nell’edilizia?» Tra marzo e ottobre 2021, più di 15'000 edili e capi muratori hanno espresso il loro voto in tutta la Svizzera.

Alla Conferenza professionale dell’edilizia di Unia – il «Parlamento degli edili» – del 27 novembre, i delegati dell’edilizia hanno discusso i risultati del sondaggio e approvato le rivendicazioni per la tornata negoziale sul contratto.

Dipende da noi!

La pressione cresce. Gli incidenti gravi aumentano. Le ore supplementari si ripercuotono sulle nostre famiglie e sul nostro tempo libero.

Ma nessuno ci farà dei regali. Riusciremo a cambiare le cose solo rimanendo uniti.

Adesso c’è bisogno anche di te! Sei già iscritto/a a Unia?

 

Pressione dei tempi di consegna

I ritmi serrati pregiudicano la salute e la sicurezza sul lavoro!

Ulteriori informazioni