Negoziati salariali 2017/2018

Negoziati salariali 2017/2018

Per il 2018 Unia rivendica aumenti salariali dell'ordine dell'1,5 - 2 per cento per tutti i dipendenti . Sono adeguamenti equi e indispensabili, ad esempio per compensare l'aumento dei costi dell'assicurazione malattia. Inoltre i lavoratori devono potere partecipare in misura adeguata agli utili realizzati dalle aziende.

Occorrono aumenti generali dei salari

Non sussiste solo la necessità di agire ma anche un ampio margine di manovra per degli aumenti salariali dignitosi. Infatti l'andamento economico è positivo e permetterebbe di accodare aumenti salariali a titolo generale, assicurando un aumento salariale a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici.

Salari femminili: colmare il divario!

Quest’anno vanno in particolare innalzati anche i salari delle donne, che continuano a guadagnare quasi un quinto in meno rispetto agli uomini e sono svantaggiate anche quando si tratta di aumenti salariali. Occorre finalmente una svolta!

Rivendicazioni di Unia in breve

  • Edilizia: +150 franchi a titolo generale
  • Edilizia secondaria (finitura): +1,5% a titolo generale
  • Industria: +1,5-2% (presumibilmente) a titolo generale
  • Commercio al dettaglio: +1,5% a titolo generale
  • Ristorazione e settore alberghiero: +2% a titolo generale
  • Sicurezza privata: scatto salariale automatico e +1% sui salari minimi al momento dell’assunzione, aumenti salariali mirati per impiegati a tempo parziale e ausiliari