Quali sono le tue priorità?

Migliori condizioni di lavoro grazie al CCL

Il contratto collettivo di lavoro (CCL) per il mestiere di parrucchiere definisce le condizioni di lavoro del personale occupato nei saloni di parrucchieri di tutta la Svizzera. Come parte contraente del CCL, Unia ha già ottenuto numerosi miglioramenti quali il salario minimo per il personale non qualificato, il riconoscimento dell’esperienza professionale in Svizzera e all’estero per il salario minimo, e una settimana di vacanza supplementare dopo 5 anni di servizio.

Miglioriamo insieme le condizioni di lavoro delle parrucchiere e dei parrucchieri!

Nell’ambito del prossimo rinnovo del CCL per il settore delle/dei parrucchiere/i svizzere/i, Unia, lancia un sondaggio per conoscere le principali esigenze di parrucchiere e parrucchieri nell’ottica del miglioramento delle condizioni di lavoro del ramo.

Fai sentire la tua voce!

Insieme possiamo migliorare le condizioni di lavoro delle parrucchiere e dei parrucchieri! Il sondaggio durerà fino al 31 agosto 2021. La tua opinione dovrà essere ascoltata durante le prossime trattative che avranno luogo con CoiffeureSuisse per il miglioramento del CCL.

2021 rivendicazioni parrucchieri/e

La tua opinione conta!
Unia garantisce la massima riservatezza dei dati comunicati.

Maggiori informazioni sulle rivendicazioni

  • Una tredicesima: come nella maggior parte dei rami professionali con un contratto collettivo, i parrucchieri e le parrucchiere hanno diritto ugualmente alla tredicesima.  
  • Un salario minimo più elevato, almeno a 4000 franchi x 13 per tutte le categorie:  i salari minimi sono ancora deboli in rapporto ad altri rami e non superano sempre i 4000 franchi x 13.
  • Un salario minimo  per gli apprendisti: al momento esistono soltanto salari di riferimento non vincolanti per gli apprendisti. Occorre introdurre un salario minimo obbligatorio, fissato nel CCL e superiore ai salari di riferimento.
  • Nessuna riduzione dopo l’apprendistato: il personale che termina l’apprendistato dovrebbe avere diritto al salario completo durante i primi due anni, che raggiunga o meno i 9500 franchi di cifra d’affari.
  • Settimana lavorativa di 40 ore: oltre a svolgere un lavoro fisicamente duro, oggi le parrucchiere e i parrucchieri devono lavorare 43 ore alla settimana. Meritano una settimana lavorativa più corta senza perdita di salario.
  • Un congedo maternità di 16 settimane e un congedo paternità di 3 settimane pagati al 100%: il congedo maternità di 14 settimane è troppo corto: va prolungato a 16 settimane. Chiediamo inoltre un congedo paternità di 3 settimane.
  • 12 sabati di congedo all’anno e almeno 2x2 giorni di congedo consecutivo al mese: i sabati liberi e i giorni di congedo consecutivi sono particolarmente importanti per le famiglie, per mantenere i contatti sociali e per il tempo libero.