Sondaggio 2021 nel ramo dei parrucchieri

Salari minimi bassi, nessuna tredicesima, molto lavoro: i problemi nel ramo delle parrucchiere e dei parrucchieri sono peggiorati rispetto ad altre professioni del terziario. Questo nonostante gli aumenti dei salari minimi degli ultimi anni.

Il 75,1% dei partecipanti vorrebbe vedere un aumento massiccio dei salari minimi. Dovrebbero essere almeno di 4000 franchi x 13. I partecipanti al sondaggio stanno mandando un segnale ed esigono un chiaro miglioramento delle loro condizioni di lavoro e del ramo professionale.

La tredicesima mensilità è una priorità solo per il 58%. Parucchiere e parrucchieri la considerano non sufficiente. Questo non è sorprendente, specialmente per le parrucchiere e i parrucchieri qualificati: anche con una tredicesima mensilità, guadagnerebbero molto meno dei dipendenti qualificati del ramo alberghiero e della ristorazione, delle pulizie o dei negozi delle stazioni di servizio.

Settimana lavorativa di 40 ore

Il 39,5 percento dei partecipanti vorrebbe diminuire le ore lavorative settimanali a 40. 43 ore alla settimana sono tante se paragonate ai tempi di lavoro normali di altri contratti collettivi di lavoro.

Certo è che il CCL delle parrucchiere e dei parrucchieri necessita urgentemente di miglioramenti. Ci impegniamo affinché le/i dipendenti dei saloni di parrucchiere siano presi sul serio e i loro diritti e rivendicazioni diventino realtà.