Stop al dumping e alle settimane lavorative superiori alle 50 ore!

Sì alla valorizzazione dei salari e della formazione e all’esecuzione di controlli

Al fine di lottare contro il dumping, i sottoscritti agenti di sicurezza esortano l’AISS a valorizzare i salari e la formazione e a fornire alla commissione paritetica gli strumenti per eseguire i controlli. Le settimane lavorative superiori alle 50 ore non devono più esistere! In gioco c’è la salute degli agenti di sicurezza.

(I nominativi dei firmatari non saranno trasmessi. Sarà comunicato solo il numero delle firme raccolte.)

%s hanno firmato

Firmare la petizione

L’attuale situazione nel settore

Le parti sociali del ramo della sicurezza privata (Unia e l’AISS) hanno negoziato per oltre un anno, ma non hanno raggiunto un’intesa sul rinnovo del CCL per il ramo dei servizi di sicurezza privati, che giungerà a scadenza alla fine di giugno 2019. Le ultime proposte presentate dall’associazione padronale non proteggono in alcun modo gli agenti dal dumping salariale che imperversa nel ramo. Le aziende si rifiutano inoltre di valorizzare la formazione e proteggere gli agenti dalle settimane lavorative eccessivamente lunghe.

Protezione dei dati

La petizione online si può sottoscrivere fino al 25 gennaio 2019.

Abbiamo bisogno del vostro indirizzo e-mail, per evitare registrazioni multiple. I dati personali saranno trattati in maniera riservata e resteranno all'interno del sindacato Unia. Ai datori di lavoro verrà comunicato solo il numero totale delle firme autenticate.

Grazie mille

Grazie mille per aver firmato la petizione. È possibile ordinare una documentazione sulle attività di Unia nel settore della sicurezza presso Arnaud Bouverat, responsabiledel ramo dei servizi di sicurezza privati Unia.

Le nostre segreterie regionali sono a vostra disposizione per ulteriori domande.

Se non siete ancora affiliati a Unia: scoprirete tutti i vantaggi di un'adesione al maggiore sindacato della Svizzera.

Iscriviti a Unia!

Addietro