Petizione: DPD deve reintegrare i quattro dipendenti licenziati!

Azione di protesta di Unia la mattina presto in un centro di distribuzione DPD

Un meschino stratagemma: La DPD, che formalmente non impiega alcun autista e che per la consegna dei pacchi si affida a un’ottantina di imprese subappaltatrici, ha recentemente interrotto la collaborazione con una di queste ed ha affidato i suoi giri di con-segna a un’altra società. Quest’ultima ha riassunto tutti gli autisti che erano impiegati nella prima azienda, tranne i quattro impegnati sindacalmente con Unia. Questo è uno stratagemma, inaccettabile e illegale, con cui DPD cerca di sbarazzarsi dei lavoratori più scomodi perché impegnati attivamente per migliorare le condizioni di lavoro.

DPD deve porre rimedio a questa situazione

Gli autisti DPD, la popolazione ticinese e il sindacato Unia rivolgono un pressante invito all’azienda DPD affinché si comporti come un datore di lavoro serio e responsabile!

I firmatari della presente petizione chiedono:

  • l’immediato reintegro dei quattro dipendenti licenziati!
  • il riconoscimento dei comitati di lavoratrici e lavoratori presso i magazzini DPD e dei diritti sindacali del personale
  • la fine della repressione in atto, il rispetto delle normative in vigore e la garanzia di condizioni di lavoro dignitose

Firma ora

%s hanno firmato

La petizione sarà consegnata alla direzione di DPD tra qualche settimana. Il tuo nome e luogo di residenza saranno visibili.