Quadri della costruzione

Alla pari del CNM, anche il CCL per i quadri della costruzione (capi muratori e capi fabbrica) va finalmente dichiarato di obbligatorietà generale.

Nelle costruzioni o nel genio civile, sui grattacieli o nelle gallerie – senza capi muratori non si fa nulla. Hanno una grande responsabilità, sia sul piano tecnico che nei confronti della loro squadra. I capi muratori occupano una posizione chiave sui cantieri. Apportano un contributo decisivo all’ottima qualità dell’edilizia in Svizzera. Tuttavia un numero sempre maggiore di capi muratori lascia l’edilizia e ci sono sempre meno nuove leve.

Una grande responsabilità non può prescindere da condizioni quadro ottimali, ovvero le giuste condizioni per lavorare bene ed efficacemente e solide opportunità di formazione e di perfezionamento. In qualità di partner sociale forte e competente per i quadri della costruzione, Unia si batte a fianco di tanti capi muratori e capisquadra attivi per garantire queste condizioni.

Affrontare grandi sfide insieme

Il mondo dell’edilizia è in piena evoluzione e diventa sempre più complesso. Le sfide per i capi muratori aumentano. Per affrontarle sono necessarie condizioni di lavoro all’avanguardia e regole del gioco al passo coi tempi per tutti. Perché una cosa è certa: deve valere la pena svolgere un lavoro di qualità!

Unia è parte contraente del contratto dei quadri della costruzione e si batte per condizioni quadro vantaggiose per tutti i quadri dell’edilizia:

  • Le pressioni quotidiane e la mole di lavoro crescono, scadenze impossibili da rispettare sono all’ordine del giorno. Il numero crescente di subappaltatori e l’aumento del lavoro interinale rendono la situazione ancora più intricata. Sono necessarie misure urgenti volte a ristabilire un equilibrio tra la vita professionale e la vita privata.
  • Chiarezza in caso di maltempo: sulla base di quali criteri va interrotto il lavoro? La programmazione dei lavori deve inoltre tenere conto delle possibili interruzioni del lavoro dovute al maltempo oppure occorre poter posticipare le scadenze.
  • Come il CNM, il CCL per i quadri della costruzione deve finalmente essere dichiarato di obbligatorietà generale e occorre aumentare i salari minimi. Le regole del gioco devono essere uguali per tutti!

CNM per l’edilizia principale 2023-25

Attenzione: nei cantieri c’è carenza di personale qualificato!

I capi muratori l’hanno constatato da tempo: un numero crescente di bravi colleghi lascia l’edilizia e le nuove leve sono troppo poche. I nuovi dati a disposizione sono allarmanti: quasi la metà dei capi muratori andrà in pensione nei prossimi 10-15 anni. E nel contempo si è praticamente dimezzato il numero dei giovani che scelgono un tirocinio nell’edilizia e che un giorno diventeranno capi muratori.

Una grande responsabilità non può prescindere da buone condizioni quadro

La carenza di personale qualificato non è una coincidenza. La pressione e lo stress nell’edilizia sono in continuo aumento. A farne le spese è l’attrattività della professione. Non bastano le belle parole per risolvere questo problema, sono necessari aggiustamenti concreti delle condizioni di lavoro. Chi ha grande responsabilità merita buone condizioni quadro!

Lettera aperta a Società Svizzera degli Impresari-Costruttori

Contrastare la carenza di lavoratori qualificati: lavorare insieme per rivalutare la professione del capo muratore! (PDF)

La formazione e il perfezionamento dei capisquadra e dei capi muratori è essenziale

Senza quadri della costruzione altamente qualificati, il settore edile non avrebbe raggiunto gli ottimi risultati conseguiti finora. Nelle trattative condotte nel 1996 con la Società degli impresari costruttori, Unia ha ottenuto il versamento di sostanziali contributi finanziari alle formazioni dei nuovi capi muratori da parte del Parifonds Edilizia.

  • Accanto alle indennità versate dal Parifonds, dall’inizio del 2018 anche la Confederazione contribuisce finanziariamente ai costi dei corsi. La Confederazione sostiene coloro che frequentano i corsi di preparazione agli esami federali di capo muratore e di altre professioni dei quadri dell’edilizia, assumendo fino al 50% dei costi dei corsi.

  • Il Parifonds Edilizia versa i contributi ai datori di lavoro sotto forma di indennità forfetarie giornaliere, mentre la Confederazione versa i contributi direttamente ai partecipanti ai corsi. È importante che le fatture siano rilasciate ai partecipanti ai corsi e che questi ultimi paghino direttamente i costi.

  • I contributi vengono versati ai partecipanti ai corsi solo dopo l’esame federale, indipendentemente dall’esito dell’esame. Ciò significa che fino ad allora devono coprire loro stessi le spese. Spesso i datori di lavoro sostengono i dipendenti versando loro un anticipo. Dal canto loro, i dipendenti si impegnano a rimanere per un determinato periodo nell’impresa.

Link

La rivista specializzata per capi muratori e capi squadra

Finanziamento della formazione e del perfezionamento

Il Parifonds (in francese) finanzia la formazione e il perfezionamento dei capisquadra e dei capi muratori.