Amianto

Amianto

L’amianto continua ad essere di estrema attualità

Amianto non è un argomento che appartiene al passato. Anzi, continua ad essere di estrema attualità per la tutela della salute. Finora in Svizzera l’utilizzo di questo materiale nocivo è costato la vita ad oltre 1800 persone. E ancora oggi sono circa 120 le persone che ogni anno si ammalano gravemente a causa delle conseguenze del lavoro a contatto con l’amianto. La SUVA ha erogato prestazioni assicurative per circa 870 milioni di franchi a favore delle vittime dell’amianto (stato 2013).

Oltre il 75% dei decessi dovuti ad amianto riguarda settori in cui Unia è attiva, in particolare i rami professionali di falegnameria, installazioni elettriche, installazioni e finiture (edilizia secondaria), ma anche il settore dell’edilizia principale e quelli della costruzione di apparecchiature e materiali.

Prevenzione

La mobilitazione dei sindacati contro l’amianto e i suoi pericoli è stata coronata dalla messa al bando del materiale nel 1989. Da allora molti progressi sono stati compiuti soprattutto in materia di prevenzione. Il lavoro di prevenzione realizzato dalla SUVA in collaborazione con le parti sociali fa ormai scuola a livello internazionale.

Fondo d’indennizzo e Care Service

Nel dicembre 2016, la Tavola rotonda sull’amianto, a cui ha partecipato anche l’Unia, ha deciso la costituzione di un fondo di indennizzo per le vittime dell’amianto. Ciò costituisce un miglioramento sostanziale per quanto concerne l’aiuto finanziario a favore delle persone colpite da una malattia causata dall’amianto non coperta dalla Legge sull’assicurazione contro gli infortuni. Queste persone riceveranno ora un sostegno finanziario in tempi rapidi.

Viene inoltre istituito un apposito Care Service. Di questi nuovi compiti sarà incaricata una Fondazione per le vittime dell’amianto. I sindacati sono rappresentati nel Consiglio di fondazione.

Ulteriore fabbisogno d’intervento

La costituzione di un fondo d’indennizzo costituisce una pietra miliare decisiva per un superamento dignitoso della catastrofe dell’amianto. Sussiste tuttavia ancora un elevato fabbisogno d’intervento: il finanziamento del Fondo deve poter usufruire di una copertura a lungo termine ed è altrettanto importante che le misure di prevenzione vengano portate avanti e rafforzate ulteriormente.