Lavoratrici e lavoratori della tecnica della costruzione

Lavoratrice della tecnica della costruzione

Giorno per giorno il personale della tecnica della costruzione lavora intensamente nei cantieri o nelle officine. I salari e le condizioni di lavoro di queste lavoratrici e di questi lavoratori potrebbero tuttavia essere migliori. Nei rami dell’edilizia principale e secondaria, molti dipendenti godono di condizioni di lavoro migliori e di salari più elevati.

Rinnovo del CCL 2023

L’attuale Contratto collettivo di lavoro (CCL) nel ramo svizzero della tecnica della costruzione scade alla fine del 2022. Per il CCL 2023 vorremmo ottenere concreti miglioramenti insieme a te e alle tue colleghe e ai tuoi colleghi del ramo della tecnica della costruzione:
 

  • salari dignitosi e periodici aumenti salariali
  • migliori condizioni di lavoro
  • un pensionamento anticipato

Fai sentire la tua voce!

Per il lavoro che svolgi, ottieni lo stesso salario delle tue colleghe e dei tuoi colleghi? I tuoi datori lavoro rispettano il tuo diritto alle vacanze? Queste e altre questioni sono disciplinate dal Contratto collettivo di lavoro (CCL) nel ramo svizzero della tecnica della costruzione.

In vista del rinnovo del CCL realizziamo un sondaggio sulle tue condizioni di lavoro. Esprimi la tua opinione, è importante!

Al sondaggio

Contratto collettivo di lavoro (CCL) nel ramo svizzero della tecnica della costruzione

Un CCL offre condizioni di lavoro migliori rispetto alle disposizioni minime fissate per legge. Il primo Contratto collettivo di lavoro (CCL) della tecnica della costruzione risale al 1912. Ad ogni rinnovo contrattuale, dopo intense e difficili trattative con le associazioni padronali, i sindacati hanno ottenuto salari e condizioni di lavoro migliori.

Informazioni sul CCL tecnica della costruzione