Il sindacato più forte della Svizzera

Molte persone in un unico posto

Unia tutela gli interessi di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori dell’economia privata e offre ai suoi 200'000 iscritti consulenza, protezione giuridica e altri servizi. Inoltre Unia dirige la più grande cassa disoccupazione della Svizzera.

Unia organizza sindacalmente le lavoratrici e i lavoratori dei settori Industria, Artigianato, Edilizia e Servizi privati. Unia riunisce circa 200'000 iscritti, ripartiti in 13 regioni con 26 sezioni e 110 segretariati locali.

Attività politica

Unia è anche attiva sul piano politico e aspira a una società equa e solidale. Si batte in prima linea a favore della parità salariale e delle pari opportunità, contro gli attacchi alla Legge sul lavoro e contro il dumping salariale, per citare solo alcuni temi di rilievo. Raggiunge i propri obiettivi lanciando iniziative popolari e referendum e organizzando manifestazioni e altre azioni politiche.

Gli iscritti attivi di Unia si impegnano nei gruppi di interesse Giovani, Donne, Pensionati e Migrazione. In questi organi si battono per difendere i propri interessi e i propri diritti. Altri iscritti diventano militanti e fanno da tramite tra il sindacato e i lavoratori in seno alle aziende. In occasione di Unia Forte e di altri incontri sindacali, ampliano la loro rete di contatti con persone che condividono le loro idee e insieme possono raggiungere i loro obiettivi.

Scopri maggiori informazioni sulle nostre linee guida, la nostra organizzazione e i membri del Consiglio direttore.

Unia fa parte dell’Unione sindacale svizzera (USS).

Cassa disoccupazione

La Cassa disoccupazione indipendente di Unia è presente in tutta la Svizzera con 68 uffici di pagamento. Ogni anno versa oltre un miliardo di franchi di indennità di disoccupazione.

Contratti collettivi di lavoro all’avanguardia per le lavoratrici e i lavoratori

Unia ha concluso complessivamente 265 contratti collettivi di lavoro (CCL), di cui beneficiano 1,3 milioni di lavoratori. Un CCL è un contratto tra i sindacati e le associazioni padronali o i datori di lavoro. Esso disciplina le condizioni di lavoro e fissa norme minime, ad esempio i salari minimi, la tredicesima mensilità, le vacanze, le assenze retribuite, i termini di disdetta, il congedo parentale e altre disposizioni che regolano i rapporti di lavoro.