Edilizia principale

Settore edile in espansione

L’edilizia continua ad andare a gonfie vele. Non si è mai costruito tanto. E nei cantieri Unia è particolarmente forte. Insieme ai lavoratori edili, Unia si batte per ottenere migliori condizioni di lavoro. Nel corso degli anni ha consolidato il contratto collettivo di lavoro nell’edilizia (Contratto nazionale mantello per l’edilizia principale CNM) e ottenuto il pensionamento flessibile. Eppure resta ancora molto da fare.

Il Contratto nazionale mantello è salvo e il pensionamento a 60 anni assicurato

Il Contratto nazionale mantello (CNM) disciplina i salari e le condizioni di lavoro di circa 80'000 lavoratori edili ed è uno dei principali contratti collettivi di lavoro in Svizzera. Nel 2022 il CNM giunge a scadenza e deve essere rinegoziato dai sindacati e dalla Società degli impresari costruttori.

I lavoratori edili hanno legittime preoccupazioni

Nel 2019 Unia ha condotto un sondaggio su vasta scala intervistando 12’000 edili. Le risposte parlano chiaro: la crescente pressione dovuta alle scadenze e ai ritmi serrati nuoce alla salute, alla sicurezza e alla qualità del lavoro.

Le trattative per il CNM ci offrono l’opportunità di affrontare questi problemi e ottenere dei miglioramenti! Ecco perché Unia ha lanciato quest’anno un’ampia votazione per tutti i lavoratori edili: «Quali aspetti vorresti cambiare nell’edilizia?». Partecipando alla votazione, i lavoratori edili definiscono le loro rivendicazioni più importanti per il nuovo CNM.

Verso la votazione

Uniti siamo forti!

Ai lavoratori edili niente è regalato. Solo insieme riusciremo a raggiungere i nostri traguardi. È quanto è avvenuto in occasione delle ultime trattative per il CNM nel 2018, quando gli impresari costruttori volevano imporre un netto peggioramento delle disposizioni sugli orari di lavoro e abolire il pensionamento anticipato.

I lavoratori edili hanno lottato insieme – e vinto insieme. Solo grazie all’impegno comune siamo riusciti a raggiungere traguardi importanti. E solo insieme otterremo anche in futuro ciò che ci spetta. C’è bisogno anche di te! Sei già dei nostri?

Aderisci a Unia