Attualità

11.11.2022

La quinta giornata di protesta dei lavoratori edili ha raggiunto la sede principale della Società degli impresari costruttori a Zurigo. Mossi dalle irragionevoli richieste degli impresari costruttori, che vogliono imporre giornate lavorative di 12 ore e settimane di 58 ore, dal 17 ottobre in tutta la Svizzera sono scesi in piazza 15 000 lavoratori edili di cui 1500 alla…

Approfondisci

26.11.2022

Con un’azione sulla Piazza federale, addette e addetti alle cure hanno rivendicato oggi l’attuazione di cinque misure immediate. Perché a un anno… Approfondisci

22.11.2022

Il 1° gennaio 2023 i salari minimi dell’industria metalmeccanica ed elettrica (MEM) saranno adeguati al rincaro e aumenteranno del 3,0 per cento. Nel… Approfondisci

22.11.2022

Unia ritiene che il risultato delle trattative salariali condotte con Migros sia chiaramente insufficiente in tempi di forte rincaro e soprattutto… Approfondisci

14.11.2022

Le associate e gli associati di Unia rifiutano l’insufficiente offerta salariale di Coop. Il prossimo anno il rincaro si aggirerà attorno al 3%.… Approfondisci

08.11.2022

Dopo le mobilitazioni di successo di ieri in cinque città della Svizzera francese, gli edili si sono riuniti a Losanna da tutta la Romandia per… Approfondisci

07.11.2022

In totale, più di 7000 lavoratori edili hanno interrotto il lavoro e organizzato manifestazioni di protesta nelle cinque città di Delémont, Losanna,… Approfondisci

01.11.2022

Oggi, 1° novembre, i cantieri della Svizzera nord-occidentale sono fermi. Più di 1000 operai edili hanno incrociato le braccia e si sono riuniti a… Approfondisci

21.10.2022

La sesta tornata delle trattative in vista del rinnovo del Contratto nazionale Mantello (CNM) per i lavoratori edili non porta ad un avvicinamento. Le… Approfondisci

17.10.2022

La Federazione dei costruttori edili insiste sulle sue richieste radicali nei negoziati per il nuovo contratto nazionale mantello (CNM). Ignora le… Approfondisci


     I comunicati stampa d'Unia