Compensazione automatica del rincaro: i salari minimi nell’industria MEM aumentano nel 2019

Per la prima volta, con effetto al 1° gennaio 2019, i salari minimi dell’industria MEM recepiranno automaticamente la compensazione del rincaro. Il sindacato Unia era riuscito a imporre questa clausola nelle trattative contrattuali di quest’anno.

Il contratto collettivo di lavoro (CCL) del ramo, entrato in vigore il 1° luglio 2018, prevede infatti una compensazione automatica annua del rincaro per i salari minimi. Tale compensazione viene calcolata sulla base del rincaro registrato nel mese di ottobre rispetto al livello dell’anno precedente.

Il CCL lancia un segnale importante

La compensazione automatica del rincaro lancia un segnale importante, perché salvaguarda il potere d’acquisto. Il padronato non può rifiutarsi di concedere un aumento dei salari minimi come avviene in altri rami professionali.

Unia chiede un aumento del 2,5% per tutti

Nella tornata di trattative di quest’anno Unia rivendica un aumento salariale generale del 2,5% per tutti gli occupati. Accanto all’inflazione gli occupati sono confrontati con l’aumento dei prime di cassa malati. L’industria MEM vanta inoltre un aumento della produttività del lavoro.

Aumentare i salari delle donne

Dato che a tutt’oggi la differenza salariale tra uomini e donne continua ad essere elevata, s’impone anche un aumento dei salari femminili superiori alla media.