Salari minimi più elevati nel ramo delle parrucchiere e dei parrucchieri

Le parrucchiere ed i parrucchieri hanno urgentemente bisogno di salari e condizioni di lavoro migliori

I salari minimi del ramo dei parrucchieri crescono di 50 franchi al mese a partire dal 2023. L’aumento compensa il rincaro degli anni 2018-2021. Unia e l’associazione padronale Coiffure Suisse hanno anche convenuto di rinegoziare il contratto collettivo di lavoro (CCL).

Unia e il padronato hanno convenuto di aumentare di 50 franchi i salari minimi del CCL per il mestiere di parrucchiere a partire dal 1.1.2023. Questo aumento annuo di 600 franchi compensa il rincaro degli anni 2018-2021. Si tratta di un passo nella giusta direzione, ma non basta.

Molti professionisti abbandonano il ramo

Il mestiere delle parrucchiere e dei parrucchieri è duro e le condizioni di lavoro sono cattive. Il personale del ramo maneggia infatti sostanze nocive e le giornate lavorative sono lunghe e spesso senza pause.

Non solo: i salari sono bassi. Molti decidono quindi di abbandonare il ramo e riorientarsi professionalmente.

Urge un CCL migliore

Nei prossimi mesi Unia e Coiffure Suisse rinegozieranno il CCL. Al fianco di Unia, le parrucchiere e i parrucchieri chiedono un miglioramento dei salari e condizioni di lavoro che consentano un equilibrio tra vita professionale e privata.