Lavorare al freddo nei cantieri

Lavorare al freddo nei cantieri

Sospensione del lavoro in caso di maltempo

Freddo polare, impalcature e terreni ghiacciati, neve e un clima freddo bagnato sono tutti fattori che aumentano il pericolo d'incidente e che compromettono la salute degli edili.

Diritto di parola degli edili

Il contratto nazionale mantello (CNM) prevede che in caso di condizioni meteo nocive per la salute dei lavoratori [...] (come pioggia, neve, fulmini, freddo polare) vanno sospesi i lavori all'aperto. La Charta dispone inoltre che gli edili devono avere voce in capitolo quando si tratta di fermare il lavoro per proteggere la propria salute.

È però chiaro: il contratto nazionale mantello va migliorato su questo aspetto importante. Nel 2022 c’è l’opportunità di riuscirci nell’ambito dei negoziati per il rinnovo del CNM.

  • Ci vogliono criteri chiari su quando si devono interrompere i lavori in caso di pericolose intemperie e di estrema canicola.
  • Contro il furto delle ore: le intemperie non sono colpa del lavoratore e non possono essere compensate solo con ore supplementari. Le imprese devono utilizzare l’assicurazione (AD) per la quale paghiamo ogni mese!

Campagne CNM dell’Edilizia 2022

 

Il datore di lavoro ha l'obbligo di tutelare i suoi operai

La legge prescrive che il datore di lavoro è responsabile per la salute dei suoi lavoratori. Quando si presenta un tempo dannoso per la salute, i lavori vanno fermati.

L’ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr) fissa i provvedimenti necessari per la protezione della sicurezza e della salute dei lavoratori sui cantieri: «Nel caso di lavori al sole, al caldo e al freddo occorre adottare le misure necessarie per proteggere i lavoratori.» Il Consiglio federale ha adottato la nuova ordinanza nel giugno 2021 ed è in vigore dal 1° gennaio 2022.

La Charta della sicurezza

La Charta della sicurezza dice: «davanti a gravi carenze di sicurezza sospendo immediatamente il lavoro.» Il principio è: stop in caso di pericolo!

Questa carta per la sicurezza nei cantieri è stata lanciata da progettisti, appaltatori, associazioni di datori di lavoro e sindacati insieme alla Suva.