Negozi delle stazioni di servizio

Una stazione di servizio con un negozio di notte.

Dal 2018 i circa 11'000 occupati e occupate dei negozi delle stazioni di servizio beneficiano della copertura di un contratto collettivo di lavoro (CCL) dichiarato di obbligatorietà generale. Si tratta del primo CCL dichiarato di obbligatorietà generale valido a livello nazionale nel ramo del commercio al dettaglio. Unia è diventata una parte sociale forte in questo ramo e può contare su un continuo aumento degli occupati e delle occupate che scelgono di aderire al sindacato.

Il CCL garantisce miglioramenti a vantaggio del personale

Il CCL apporta miglioramenti e novità: garantisce ad esempio:

  • i salari minimi (salvo per il Ticino),
  • la tredicesima mensilità garantita,
  • la settimana di 42 ore,
  • una quinta settimana di vacanze a partire dai 50 anni,
  • indennità obbligatorie di perdita di guadagno in caso di malattia e
  • il rafforzamento dei congedi di maternità e paternità.

Il CCL consente di controllare che non vengano commessi abusi. Prevede inoltre l’organizzazione di corsi in materia di sicurezza sul lavoro e CCL.

Necessità di apportare miglioramenti

Il lavoro nei negozi delle stazioni di servizio è faticoso. Orari di apertura interminabili, problemi di sicurezza sul luogo di lavoro, orari di lavoro irregolari e salari tendenzialmente bassi sono all’ordine del giorno. Ecco perché Unia si batte per migliorare questo nuovo CCL.

Unia rivendica tra l'altro:

  • un miglioramento dei salari minimi, validi anche per il Ticino, e supplementi più elevati per il lavoro la domenica;
  • più tempo per la famiglia e il tempo libero, ad esempio grazie a due fine settimana liberi al mese;
  • miglioramenti del congedo di maternità/paternità;
  • più sicurezza per il personale di fronte a possibili aggressioni.

Gli associati di Unia hanno voce in capitolo

Il miglioramento delle condizioni di lavoro del ramo dipende dalla capacità di mobilitazione delle occupate e degli occupati interessati e dalla loro adesione al sindacato. All’interno di Unia i dipendenti dei negozi delle stazioni di servizio possono definire i miglioramenti da apportare in via prioritaria e partecipano alle decisioni che li riguardano. Grazie a Unia le occupate e gli occupati del ramo hanno la possibilità di dare vita a uno scambio di esperienze e acquisiscono maggiore forza. E Unia li accompagna e li difende in caso di problemi nella loro azienda.